olio etravergine d'oliva dell'estremo nord - Potenza Naturale

Potenza naturale

Caratteristiche

46° parallelo, olio extravergine1 monovarietale2 dell'estremo nord, è prodotto solo con le olive della qualità autoctona Casaliva3, raccolte precocemente per incrementare il contenuto di polifenoli che ne innalza il valore biologico.

Proprietà salutistiche

Oltre a tutti i benefici legati all'utilizzo dell'olio extravergine di oliva, ricordiamo in particolare che, fra i polifenoli, è stata recentemente isolata una molecola denominata oleocantale4, che ha proprietà analgesiche: di fatto funge da antinfiammatorio naturale, simile all'ibuprofene5, sostanza chimico-farmaceutica utilizzata per lenire le patologie osteo-articolari più ricorrenti6.
A tutti ne è consigliato l'utilizzo, ma è indicato anche a chi utilizza in modo intensivo il proprio fisico. Potendo beneficiare proprio dell'azione disinfiammante e lenitiva consente, nel lungo periodo, di migliorare il recupero e l'efficienza fisica in chi si dedica intensamente all'attività motoria.

Modalità di utilizzo

I benefici dell'olio di oliva extravergine sono esaltati se associati ad uno stile di vita sano e ad una moderata attività fisica. E' sufficiente introdurlo nella alimentazione quotidiana. Le dosi consigliate sono: da due a tre cucchiai al giorno, a seconda della massa corporea e dell'attività fisica, durante i pasti principali. Per lo sportivo o per chi segue diete specifiche è opportuno valutare una personalizzazione.
1 Olio extravergine d'oliva: Si definisce Extravergine di Oliva l'olio ottenuto dalla spremitura di olive attraverso processi meccanici, quindi senza ricorso a processi o sostanze chimiche, in condizioni che non causino alterazioni dell'olio e la cui acidità libera, espressa in acido oleico, non risulti superiore all'0,8% per 100 g. di prodotto. Solo olive fresche, di prima qualità, colte e spremute, che non abbiano subito altro trattamento oltre al lavaggio, alla decantazione, alla separazione da rametti e foglie, alla centrifugazione e alla filtrazione.
2 Monovarietale: derivante dalla coltivazione o produzione di un'unica essenza arborea, nel caso dell'olivo di drupe dello stesso ceppo arboreo.
3 Casaliva: Varietà di olivo da frantoio che ben si adatta alla coltivazione nell'area pedemontana. Olivo di grandi dimensioni, entra in produzione più tardi rispetto agli altri ulivi, ha una buona resa in olio. L'oliva è di colore viola/nero, ovoidale, del peso di 2 grammi ca., a maturazione tardiva. L'olio che se ne ricava è leggero e profumato, fruttato armonico, giallo con riflessi aranciati verdi.
4 Oleocantale: molecola dell'olio come l'ibuprofene. Un team di esperti coordinato da Gary Beauchamp e Paul Breslin del Monell Chemical Senses Center, di Filadelfia, ha trovato nell'olio una nuova molecola, battezzata oleocantale, con le stesse proprietà antinfiammatorie dell'ibuprofene.
Secondo quanto è riportato su Nature l'oleocantale potrebbe essere l'arma segreta che consente all'olio di essere tra gli alimenti più salutari e che fa sì che la dieta mediterranea, di cui l'extravergine è fulcro, sia tanto decantata non solo da gourmet ma anche da medici e nutrizionisti. La scoperta dell'oleocantale si deve alla buona forchetta di Beauchamp che, nel corso di un meeting di gastronomia molecolare svoltosi in Sicilia, di fronte a un prelibato piatto condito con l'olio extravergine, ebbe un'intuizione. Qualcosa nell'olio dà in gola un gusto acre, pungente come quello dell'ibuprofene, antinfiammatorio che inibisce gli enzimi Cox 1 e Cox 2. Così l'esperto ha deciso di mettersi sulle tracce della molecola responsabile del pizzicore in gola dato dall'olio, ed ha isolato l'oleocantale. Per dimostrare che fosse questa aldeide l'artefice del gusto pungente dell'extravergine l'esperto ha testato vari tipi di olio dal gusto più o meno forte trovando in proporzione minori o maggiori quantità di oleocantale. Inoltre ricostruendo in laboratorio un “fac-simile” sintetico della molecola ha dimostrato che è capace proprio di conferire lo stesso sapore pungente. In un secondo momento i ricercatori hanno testato l'efficacia dell'oleocantale per vedere se le proprietà organolettiche in comune con l'ibuprofene non nascondessero qualche similitudine nei loro poteri. E così è: infatti l'oleocantale, al pari dell'ibuprofene, inibisce Cox 1 e 2. È plausibile che un consumo regolare di olio d'oliva faccia bene alla salute proprio perché ci espone costantemente agli effetti antinfiammatori dell'oleocantale. Gli esperti infatti ipotizzano che, come l'aspirina, anche l'oleocantale a lungo termine abbia effetti protettivi sul nostro organismo. (Bibliografia. Beauchamp G et al. Ibuprofen-like activity in extra-virgin olive oil enzymes in an inflammation pathway are inhibited by oleocanthal, a component of olive oil. Nature 2005;437)
5 L'ibuprofene è un principio attivo della famiglia dei FANS (farmaci antinfiammatori non steroidei). Ha proprietà analgesica, antinfiammatoria e antipiretica. Questa classe di farmaci rappresenta la categoria di più largo impiego nel trattamento delle malattie reumatiche. Attività farmacologica: azione antiinfiammatoria attraverso il blocco della sintesi delle prostaglandine, azione antidolorifica: è in grado di sedare i diversi tipi di dolore (muscolare, da ferite chirurgiche e traumatiche). L'efficacia del farmaco dipende dall'intensità del dolore infatti l'uso dell'ibuprofene è indicato nel trattamento del dolore lieve e media intensità. Ha inoltre effetto antipiretico ed effetto antiaggregante piastrinico. L'ibuprofene appartiene alla classe degli aril-proprionici. (Fonte: Wikipedia)
6 Gary Beauchamp e Paul Breslin, Monell Chemical Senses Center – Philadelphia, 2005).

Agraria Riva del Garda Società cooperativa
Loc.S.Nazzaro, 4 Riva del Garda (TN)

t. 0464 55 21 33  |  f. 0464 56 09 04
per ulteriori informazioni contattaci: info@46parallelo.it

P.iva 00105670228